Polpette di riciclo con brasato e muesli

Le polpette di riciclo con brasato e muesli nascono dal uno dei dogmi imprescindibili qui da noi, dogma che recita così: “In questa casa non si butta via niente”.

Ebbene, dopo un periodo di pranzi che non si riuscivano a distinguere dalla cena, data la durata estenuante, è venuto il momento di ridimensionare il proprio stomaco, il proprio girovita e il proprio frigorifero.

Il riciclo in cucina è una vera e propria arte a cui noi ci approcciamo sempre rispettosamente, volentieri e con fantasia, partecipando a quel bel gioco che trasforma completamente un piatto in un altro.

Le polpette di brasato, per esempio, recuperano dal mio freezer una generosa porzione di un sontuoso brasato preparato a dicembre, risvegliandolo dall’ibernazione e facendolo rivivere in nuova veste. Il destino, sia della fetta che della polpetta, rimane comunque il medesimo: la tavola.

Dalla fetta alla polpetta, di conseguenza, il passo è stato breve, e un bel tuffo nel muesli croccante sostituisce la classica panatura delle polpette dando un tocco ancora più croccante e sfizioso.

La scelta di utilizzare un muesli che contenesse anche della frutta essiccata deriva dal fatto che  la nota forte e speziata dei chiodi di garofano, ingrediente tradizionale nella preparazione dei brasati, si sposa perfettamente con un gusto delicatamente dolce.

Queste polpettine si preparano in men che non si dica, e la ricetta è di una semplicità estrema.

Certo, meno immediata è la preparazione del brasato, ma di quella ne parleremo diffusamente in un’altra occasione. Nulla vieta, nel frattempo, di scippare a genitori, suoceri, nonni o amici quella bella porzione di carne sugosa avanzata lo scorso pranzo. Datemi retta…

polpette di brasato b-7656

Ingredienti per venti polpette:

5 grandi fette di brasato

100 g di scamorza dolce

3 cucchiai di pangrattato

1 tazza di muesli (noi ne abbiamo utilizzato un tipo con frutta essiccata e frutta a guscio)

2 cucchiai di olio evo

Procedimento:

Frullate il brasato senza omogeneizzarlo, aggiungendo poca acqua calda, se la carne risultasse troppo asciutta.

In una ciotola unite il brasato, il pangrattato e il formaggio tagliato a cubetti.

Con le mani bagnate (in modo che la carne non si appiccichi al nostro palmo mentre la lavorate) formate delle palline grandi quanto una noce.

Rotolatele nel muesli formando una panatura il più omogenea possibile.

Disponete le polpette in una teglia antiaderente leggermente unta di olio evo. Versate a filo il restante olio evo, direttamente sulle polpette.

Lasciate riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo di raffreddamento (utile per compattare le polpette) infornate in forno ventilato già caldo a 130°.

Fate dorare per circa 10 minuti.

Le polpette devono risultare dorate e ben calde.

Francesca e Giovanna

NB. A seconda dell’umidità del brasato (data dalla quantità di sugo) che utilizzerete, regolatevi aggiungendo più pangrattato se il composto risultasse troppo morbido, oppure aggiungendo più acqua se fosse troppo asciutto.

polpette di brasato b-7683

More from Francesca Riva

Pancakes veg con pere allo sciroppo d’acero

Qualche giorno fa stavo leggendo un interessantissimo articolo su come diventare felicemente...
Read More

2 Comments

Rispondi