Bombe alla cannella

Nella terza finestrella del Calendarietto dell’Avvento per golosi oggi troviamo le Bombe alla cannella.

Starete sicuramente pensando che il nome la dice lunga, e io posso confermarvi che non vi sbagliate affatto.

Questi dolci, simili ai bomboloni, racchiudono in sé un quadratino di cioccolato che si scioglierà durante la frittura, e sono ricoperti da una magica polverina in cui la cannella risveglia il palato in contatto con un impasto morbido e per niente unto.

E’ sicuramente un dolce da preparare in compagnia, ma nel periodo che precede il Natale le occasioni per avere la casa che brulica di persone care non mancano di sicuro. La ricetta richiede del tempo per la lievitazione, per formare le palline di l’impasto e anche per friggere, quindi potrete procedere tranquillamente nella preparazione di questi dolci se avere a disposizione almeno un pomeriggio e qualche manina che vi aiuti.

Io ho sempre apprezzato il lato ludico della cucina, e le bombe alla cannella si prestano perfettamente ad un bel gioco goloso!

Coraggio, preparate gli ingredienti in fila e iniziate a chiamare a raccolta gli amici. Scegliete anche un bel film in tema con il periodo, già che ci siete, in modo da essere comunque occupati mentre l’impasto lavorerà in un tiepido angolino lievitando orgogliosamente per voi.

Buon divertimento!

Ingredienti per 20 bombe:

650 g di farina tipo 0

2 cucchiai di cacao amaro di buona qualità

1/2 cucchiaino di sale

2 cucchiai di zucchero semolato

1 bustina di lievito di birra secco (7 g)

3 dl di latte tiepido

35 g di burro fuso

1 uovo intero sbattuto

100 g di cioccolato fondente (che taglierete in 20 pezzi di dimensioni regolari)

olio di semi d’arachide per friggere

Per ultimare:

3 cucchiai di zucchero al velo

1 cucchiaio di cacao amaro

1 cucchiaino di cannella in polvere

Procedimento:

Per l’impasto:

Unite la farina al cacao e setacciate.

Aggiungete lo zucchero a cui avrete unito il sale.

Al centro delle polveri praticate una fossetta in cui verserete il lievito.

Aggiungete il latte, poco alla volta, iniziando ad impastare.

Unite il burro fuso e l’uovo.

Continuate a lavorare fino ad ottenere una pasta morbida e liscia.

Quando sarà anche elastica, ponetela in una grande terrina imburrata internamente. Coprite con una foglio di pellicola per alimenti (anch’esso imburrato sul lato che andrà verso l’interno della terrina.

Posizionate la terrina con l’impasto in un luogo tiepido e attendete che questo raddoppi di volume.

Una volta che l’impasto sarà gonfio e perfettamente lievitato, lavorate nuovamente la pasta per qualche minuto.

A questo punto formate con l’impasto un cilindro che taglierete in 20 dischi regolari.

Posizionate al centro di ogni disco un pezzo di cioccolato e chiudetelo all’interno sigillando  a suon di pizzicotti la pasta che lo ricopre.

Aiutandovi con il palmo della mano, roteate la “bomba” così ottenuta su un piano di lavoro, in modo da renderla sferica e liscia in superficie.

Versate abbondante olio (fate conto che le bombe devono tuffarvisi letteralmente, o bruceranno) in una casseruola o nella friggitrice (in questo caso impostate la temperatura a 160°) e portate a temperatura. Se non utilizzate la friggitrice, un trucco per capire se l’olio è pronto per la frittura potete immergere uno spiedo di legno. Se intorno allo stecchino si formano delle bollicine significa che l’olio è in temperatura e potete friggere.

Quindi procedete friggendo una o due bombe alla volta, avendo cura di farle roteare nell’olio bollente in modo che siano dorate uniformemente.

Una volta che avranno assunto un bel colore bruno intenso (fate attenzione però, perché l’impasto è già scuro, quindi non esagerate o le bombe bruciacchieranno diventando amare e poco invitanti) scolatele e lasciatele riposare per qualche minuto su fogli di carta da cucina.

In una terrina mescolate lo zucchero al velo, il cacao e la cannella. Setacciate in modo da non avere grumi.

Fate rotolare le bombe ancora calde in questo mix scuro e profumato.

Servitele ancora ben calde, nel minor tempo possibile.

Testo: Francesca Riva

Photo: Giovanna Hoang

Realizzazione della ricetta e food styling: Francesca Riva e Giovanna Hoang

03-bombolone-cioccolato-v660-5298

Written By
More from Francesca Riva
Madeleine al caffè d’orzo e mandorle
Cosa ne dite di un bel paio di Madeleine al caffè d’orzo...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *