Lingue di gatto al profumo di limone

Se avete un invito a pranzo, merenda o cena a casa di qualcuno e non sapete cosa portare, se ormai è troppo tardi per passare in pasticceria, dal fiorista o in enoteca, vi propongo di preparare delle sfiziose lingue di gatto al profumo di limone.
Un biscotto semplice, ma di gran gusto!

Buone da mangiare da sole, adatte per accompagnare dolci al cucchiaio o una bella tazza di thè.
Bastano pochissimi ingredienti come uova, zucchero, farina e burro, che di solito non mancano mai nelle nostre dispense ma, soprattutto, richiedono poco tempo per la preparazione e la cottura.

 

Di ricette per questi deliziosi biscotti se ne trovano tante, e nonostante la semplicità nella loro preparazione dire quale sia quella più giusta è difficile.

Non avendole mai preparate, ho cominciando con il provare la ricetta del grande manuale di cucina di Pellegrino Artusi “La scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene“, che prevede le seguenti dosi: 100 gr di burro, 100 gr di farina, 100 gr di zucchero a velo e 1 albume. Successivamente, spulciando nella libreria di casa, tra varie riviste e libri di cucina, ho trovato e provato una ricetta francese, presa dal libro “Le grand livre Marabout de la cuisine facile“, con meno farina e con la quale si ottiene un impasto più morbido e facile da spremere con il sac a poche (tasca da pasticcere).

Una volta messe a confronto queste due ricette, trovato le dosi e la tecnica a me più congeniali, arriva il momento di decidere quale tocco in più dare a questi biscotti. Quindi, mi metto nuovamente all’opera!

Se non avete lo zucchero a velo, non preoccupatevi, potete benissimo ottenerlo frullando lo zucchero semolato. Salvo piccoli imprevisti come il mio, in cui il mixer ha deciso di abbandonarmi improvvisamente!
Alla fine, però, non tutto il male viene per nuocere e facendo questa piccola variazione di zucchero, ho scoperto che in questa maniera rimangono più soffici.
Finito il tempo di vari esperimenti ed incidenti di percorso,  ecco a voi le mie lingue di gatto al profumo di limone!

Dosi per 30 biscotti (la quantità dei biscotti varia in base alla grandezza scelta)

Tempo di preparazione

30 minuti

Ingredienti
2 albumi
70 gr di farina 00
60 gr di burro (a temperatura ambiente)
40 gr di zucchero semolato
scorza grattuggiata di 1/3 limone
1/2 bacca di vaniglia

Preparazione

Con una frusta elettrica sbattete lo zucchero e il burro fino ad ottenere una crema bianca e soffice. Aggiungete la farina, la scorza di limone, il contenuto della bacca di vaniglia raschiato con la punta di un coltellino, e continuate a mescolare. Montate leggermente a neve gli albumi e incorporateli al composto.

Con l’aiuto di un sac a poche (tasca da pasticcere) e muniti di una bocchetta liscia, stendete il composto su di una placca da forno unta di burro oppure foderata con della carta oleata (o carta forno). Formate  dei bastoncini lunghi circa 5 cm, avendo cura di distanziarli bene tra loro perchè in cottura il composto si espande.

Cuocete in forno a 200° per 8 minuti circa. Quando i bordi dei biscotti cominceranno a prendere colore sfornateli, staccateli dalla teglia e lasciateli raffreddare.

Se non li consumate tutti subito, potete conservarli chiusi in un barattolo ermetico per 2-3 settimane circa.

Bon appetit!

Jo

L’angolo dei suggerimenti
Le lingue di gatto appena sfornate e ancora calde, sono morbide e malleabili, pertanto, potete sbizzarrirvi a modellarle a vostro piacimento.
Per esempio, se le arrotolate intorno al manico di un mestolo di legno, potrete ottenere delle simpatiche spirali da usare come decorazione per i vostri dolci. Invece, stendendo il composto con un cucchiaio e formando dei cerchi, sempre arrotolandoli intorno al manico del mestolo, potrete ottenere dei piccoli cilindri, tipo mini cannoli, da farcire con una bella crema pasticcera o quello che più vi piace. Modellandoli sul fondo di un bicchiere rovesciato potrete ottenere dei simpatici cestini, ideali come contenitori per macedonie o gelato.

Tags from the story
, ,
Written By
More from Giovanna Hoang
Taralli al pepe e mandorle
I taralli al pepe e mandorle, tipici della tradizione napoletana (n’zogna e...
Read More
Join the Conversation

1 Comment

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *