Crostata Regina di cuori

Ad essere sincera di San Valentino non me ne è mai importato nulla, né negli anni della spensierata singletudine, né in quelli in cui festeggiare sarebbe lecito.

Mi è sempre piaciuto considerare la “famigeratissima” festa degli innamorati come, semplicemente, un giorno in cui chi vuole bene a qualcuno, ma soprattutto si vuole bene, può ricordarsi di far spudoratamente emergere quel lato estremamente romantico che spesso viene sepolto dalla quotidianità ricca di impegni, rapporti formali e sorrisi smaglianti elargiti più per buona educazione che per sinceri slanci emotivi.

Diamo dunque sfogo a quella marea di cuoricini che da piccole disegnavamo sempre e ovunque (qualcuna addirittura al posto del puntino del punto esclamativo!) e facciamolo in modo dolce, trasformandoli in una coccola fragrante che potremo condividere con i nostri affetti (non solo mariti, compagni, fidanzati o pseudo tali, ma madri, padri, sorelle, parenti e amici vari compresi) o dedicare amorevolmente a noi stesse.

Cuori frolla bianca e rossa
“Crostata Regina di Cuori”

Ingredienti:

250 g di farina 00

100 g di zuccheo

150 g di burro morbido (ma non sciolto)

1 uovo

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o il contenuto di un bacello di vaniglia)

5 abbondanti cucchiai di confettura (per questo dolce io ne ho usata una di fragola e rabarbaro)

2 cucchiai di acqua (all’occorrenza)

Zucchero e rabarbaro

Procedimento:

In una ciotola molto capiente mescolate la farina setacciata con lo zucchero e il sale.
Unitevi il burro, l’uovo, l’estratto di vaniglia e impastate fino ad ottenere una frolla liscia e compatta con la quale formerete una palla che lascerete riposare in frigorifero, coperta con un foglio di pellicola, per 15 minuti circa. Alla fine del tempo di riposo prendete i 2/3 della pasta (conservando ciò che rimane) e foderate il fondo della teglia che avrete precedentemente imburrato con molta cura. Lasciate un bordo di pasta alato almeno un paio di centimetri.

Teglie e strumenti

Spalmate la confettura sul fondo della frolla (nel caso la confettura fosse troppo consistente allungatela con due cucchiai di acqua) e sistemate il bordo.Stendete su una spianatoia la frolla che avrete tenuto da parte e create, con uno stampino, tanti piccoli cuoricini che distribuirete sulla confettura spalmata.Mettete la crostata a cuocere sul ripiano medio del forno già caldo a 180°.
Indicativamente occorreranno circa 30 minuti, ma regolate il tempo di cottura a seconda di quanto vi piace dorata la frolla.

Togliete quindi il dolce dal forno e lasciate raffreddare.
Ora la parte migliore: tagliatevi la fetta più bella e gustatevela!

 Francine
Frolla a cuore
Written By
More from Francesca Riva

Schiacciata con salmone affumicato e menta

Credo che la Schiacciata sia il rimedio più adatto per contrastare quella...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *