Pumpkin butter

Si sente dire spesso che ormai di cibo si sa tutto, che si conoscono tutte le usanze, le ricette tradizionali e che più o meno si è assaggiato tutto.

Niente di più sbagliato.

Il detto Non si finisce mai di imparare vale anche in cucina e a tavola. C’è un universo davvero infinito di ingredienti, tecniche di cottura, abbinamenti e trovo che sia bellissimo quando si assapora per la prima volta un cibo che risveglia le papille gustative.

Certo, ci sono assaggi che comportano il rischio che quel cibo proprio non ci piaccia, ma la vita è così: chi non risica non rosica.

Non molto tempo fa, io e Gio, abbiamo provato una ricetta che ci era totalmente sconosciuta e che ci ha incuriosito già dal nome: Pumpkin butter.

Qui il rischio di trovarci davanti a qualcosa che non ci piacesse era effettivamente minimo, visto che gli ingredienti che compongono la ricetta li conosciamo bene e li adoriamo tutti, ma provare qualcosa di nuovo è sempre un’avventura.

Ebbene, il risultato ci ha entusiasmato, e  non poco. Si tratta di una ricetta davvero semplice e veloce (soprattutto se avete la polpa di zucca già pronta) e che crea dipendenza.

Sarà il calore delle spezie, sarà la dolcezza dello sciroppo d’acero, sarà la consistenza meravigliosa, ma vi assicuro che una volta assaggiata farete fatica a dimenticarvi il vasetto in frigorifero.

Spalmatela sul pane tostato, o farcite un croissant vuoto, oppure mettetene un po’ su del pan brioche al cioccolato. Sarà amore al primo morso, ve lo garantiamo.

Oggi, in America, si festeggia il Giorno del Ringraziamento – Thanksgiving – e noi ne approfittiamo per ringraziare tutti voi che ci seguite sempre, ci scrivete e condividete con noi la vostra passione per la pappa e tutto ciò che fa parte di questo bel mondo appetitoso.

Vi lasciamo con questa nuova proposta, perfettamente a tema con la ricorrenza di oggi.

Come direbbero in America, enjoy!

Ingredienti per un vasetto:

100 g di purea di zucca

3 cucchiai di sciroppo d’acero

80 g di anacardi

la punta di un cucchiaino di zenzero in polvere

la punta di un cucchiaino di cannella in polvere

1 pizzico di noce moscata grattugiata

1 presa di sale

Procedimento:

Per ottenere una purea di zucca non eccessivamente umida è sufficiente cuocere l’ortaggio in forno già caldo a 200° per circa 20/30 minuti. La zucca sarà pronta quando riuscirete a far affondare nella polpa, senza nessuno sforzo, i rebbi di una forchetta.

Una volta cotta riducetela in purea. Per fare ciò potete passare la zucca al mulinello, oppure utilizzare uno schiacciapatate.

Preparate sul piano di lavoro tutti gli ingredienti pesati.

A questo punto versate tutto nel bicchiere del frullatore e azionate.

Frullate fino a che gli anacardi saranno completamente scomparsi. Se notate che la crema ha ancora una texture piuttosto granulosa, siate tenaci e continuate a frullare.

Frullate a più riprese e, se necessario, aggiungete dell’altro sciroppo d’acero per rendere più vellutato il pumpkin butter.

Il risultato deve essere un composto con la consistenza cremosa, molto simile a quella del burro morbido.

Una volta pronto, versate il burro di zucca in un vasetto.

Potete conservarlo per 5 giorni  in frigorifero, ricordandovi di prelevare il pumpkin butter sempre con degli utensili puliti e di chiudere bene il vasetto prima di riporlo al freddo.

Francesca e Giovanna

More from Francesca Riva

Taraxa, birra con miele di tarassaco

Parte oggi Beer Road, la rubrica  dedicata alla birra che vi accompagnerà in un...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *