Banana Bread aromatico

Ho scoperto l’esistenza del Banana Bread solo qualche annetto fa. L’avevo provato per caso con l’intento di dare un degno destino a delle banane che avevano raggiunto l’età supermatura e che nessuno avrebbe più consumato in purezza, e il risultato è stato un vero successo.

La banana è un frutto molto popolare, ma c’è comunque chi non la ama particolarmente. Ebbene, ci pensa il Banana Bread a riconquistare anche questi palati più critici. Si tratta infatti di un dolce che richiede pochi gesti e pochissimo tempo per la preparazione, che offre una morbidezza eccezionale che dura per giorni (almeno 5 se conservato in maniera corretta), e in più l’aromaticità delicatamente esotica invoglia ad assaggiarlo, a gustarlo e a rigustarlo.

Per questa ricetta in particolare mi sono ispirata ad un Banana Bread pubblicato nel libro Marie Claire Cucina Estiva di Michele Cranston, edito da Luxury Books.

Le mie modifiche hanno aggiunto una nota d’arancia – che, a mio parere, abbraccia meravigliosamente la rotondità del gusto dolce e inconfondibile delle banane – e la consistenza croccante e allo stesso tempo oleosa delle noci che rende davvero piacevole la consistenza della pasta.

Ma come può esserci un aroma d’arancia se dell’agrume non vi è traccia tra gli ingredienti? In realtà c’è eccome ed è contenuta nella farina Fruttarine all’Arancia ovvero una super farina che ho conosciuto grazie a Pianeta Pane  , il primo portale italiano dedicato al pane artigianale e alla panificazione professionale. Nello shop di Pianeta Pane si trova tutta la gamma delle Fruttarine, farine speciali prodotte da Molino Bertolo e firmate dal famoso Pastry Chef italiano Damiano Carrara composte da  farina di grano tenero di tipo 1 – 100% italiano da filiera controllata e certificata – a cui viene aggiunto l’1% di frutta disidratata. Nella Fruttarine all’Arancia l’aroma è intenso e perfetto per questo ottobre che ci sta preparando lentamente ad un autunno che si avvicina piano piano, passo dopo passo.

Prima di farvi mettere all’opera vi do un consiglio: se le banane che avete in casa sono piuttosto âgées, potete congelarle con tutta la buccia e utilizzarle nel momento in cui vi verrà voglia di preparare un profumatissimo Banana Bread. Non allarmatevi se durante lo scongelamento dovessero perdere un po’ di acqua, è normale. Potete eliminare l’acqua e procedere normalmente trasformando in purea il frutto che, a questo punto, non sarà bellissimo ma comunque buonissimo.

Ingredienti:

90 g di burro a temperatura ambiente

2 uova medie a temperatura ambiente

175 g di miele (io ho utilizzato un fantastico miele di erba medica, ma voi potete utilizzare quello che più vi piace o che consumate abitualmente)

250 g di farina Fruttarine all’Arancia

2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci

½ cucchiaino di bicarbonato

2 banane mature – o molto mature- piuttosto grandi

100 g di gherigli di noci tritati grossolanamente

2 cucchiai di semi di papavero (se vi piace abbondate pure)

1 pizzico di sale fino

Procedimento:

Rivestite di carta da forno (inumidita e strizzata) uno stampo da plumcake dalle dimensioni di circa 8 x 22 cm.

Nella vasca della planetaria o in quella di un robot da cucina versate tutti gli ingredienti. Se utilizzate la planetaria ricordatevi di montare la foglia e non la frusta.

Azionate e attendete che si crei un impasto liscio e omogeneo. Questa operazione richiederà un tempo piuttosto breve.

Versate l’impasto nello stampo e cuocete per circa 40 minuti in forno già caldo a 180°.

Solitamente preferisco cuocere i dolci in modalità statica, ma in questo caso va bene anche il ventilato.

Una volta pronto (farà fede la leggendaria prova stecchino), lasciate intiepidire il Banana Bread prima di sformarlo.

Questo dolce è molto versatile e può essere consumato come più vi piace: tiepido, freddo, tostato, da solo o accompagnato da sciroppo d’acero, miele, frutta fresca, composte o marmellate, panna, gelato o yogurt.

Nel caso in cui vi venisse voglia di provare la Fruttarine all’Arancia, o altre farine presenti nello shop di Pianeta Pane, ricordatevi che indicando il codice wonderland10 al momento dell’ordine otterrete uno SCONTO.

Written By
More from Francesca Riva
Tarte normande
Visto che di viaggiare nella realtà ancora non se ne parla, io...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *