Crackers al limone e semi di papavero

Vi è mai capitato di non avere pane in casa, nè grissini, nè crackers o pane in cassetta e averne assoluta necessità o semplice voglia?

In questi casi la soluzione è a portata di mano: un paio di teglie di Crackers al limone e semi di papavero fatti in casa risolveranno la situazione in poco tempo e in pochissime mosse.

Ovviamente si parte da ingredienti base come farina, acqua, olio, sale, un pizzico di zucchero e una puntina di bicarbonato, ma poi la personalizzazione della ricetta è inevitabile per seguire i gusti, l’estro del momento e le sempre diverse disponibilità della dispensa con cui è sempre bello giocare un po’.

Ho preparato qualche infornata di questi Crackers super facili un paio di sere fa, e dopo aver scelto semi di papavero e foglioline di timo limone come ingredienti speciali di questa sessione scrocchiarella, mi sono concentrata anche sulla farina e ho scelto Fruttarine al Limone.

Si tratta di una farina speciale che ho conosciuto grazie a Pianeta Pane,  il primo portale italiano dedicato al pane artigianale e alla panificazione professionale nel cui shop troverete farine adatte ad ogni tipo di preparazione, tutte con un super quid in più. Le Fruttarine, ad esempio, sono un prodotto assolutamente innovativo prodotto da Molino Bertolo. Partono da una base di farina di grano tenero di tipo 1100% italiano da filiera controllata e certificata – a cui viene aggiunto l’1% di frutta disidratata. Il profumo di limone che ha pervaso la cucina quando ho aperto il mio pacchetto di Fruttarine è stato qualcosa di davvero intenso e sorprendente. Io poi ho una vera e propria passione per i limoni ed è quindi chiaro che i miei livelli di entusiasmo per questa farina, e per i crackers che stavo per iniziare a preparare, si è affermato ancora prima che iniziassi a impastare. Chi mi conosce bene non farà fatica a crederlo.

La Fruttarine al Limone, come anche le altre Fruttarine, è una farina piuttosto ruvida e allo stesso tempo soffice, dal colore che si allontana dal classico bianco di una farina qualsiasi, e questo accade proprio grazie al contenuto di frutta disidratata e germe di grano. L’alto contenuto di fibre e sali minerali la rendono anche un alimento che agisce favorevolmente sul nostro organismo. Ma c’è addirittura di più, perchè sulla confezione campeggia in bellissima vista la firma di Damiano Carrara, il famosissimo Pastry Chef che è stato tra i primi a testare, e subito dopo a consigliare, queste farine con cui ha prodotto le meraviglie che tutti possiamo benissimo immaginare. Sì, perchè Fruttarine al Limone è perfetta sia per preparazioni dolci (crema pasticcera compresa) che salate.

Dopo avervi tanto decantato le doti di questa farina che credo proprio finirà nella mia lista dei “Mai più senza”, vi lascio alla ricetta dei miei Crackers super facili e super veloci. Devo però avvertirvi di una cosa: creano assoluta dipendenza e hanno il difetto di sparire troppo, troppo velocemente.

N.B. Nel caso in cui vi venisse voglia di provare la Fruttarine al Limone, o altre farine presenti nello shop di Pianeta Pane, ricordatevi che indicando il codice wonderland10 al momento dell’ordine otterrete uno SCONTO.

Ingredienti:

250 g di farina Fruttarine al Limone

100 g di acqua fredda

25 g di olio evo + un paio di cucchiai per spennellare

7 g di sale

la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio

1 pizzico di zucchero semolato

1 cucchiaio stracolmo di semi di papavero

qualche fogliolina di timo limone fresco (o altre erbe aromatiche a piacere, anche essiccate)

Procedimento:

Versate in una ciotola la farina, il bicarbonato, il sale, lo zucchero, i semi di papavero e il timo limone. Mescolate con cura.

Aggiungete tutta l’acqua, l’olio e, con una forchetta o con una spatola, iniziate a mescolare formando un impasto.

Quando il composto avrà preso consistenza, continuate impastando a mano. Aggiungete un po’ di farina (ma non troppa) se l’impasto continuerà ad essere troppo appiccicoso.

Formate un panetto, infarinatelo leggermente e lasciatelo riposare per 30 minuti coperto da un canovaccio asciutto e pulito.

Questo impasto non lieviterà, ma il riposo è necessario per raggiungere una consistenza che sarà più semplice da lavorare.

Trascorso il tempo del riposo, infarinate leggermente un piano di lavoro ampio e pulito e, con l’aiuto di un mattarello (anch’esso infarinato), stendete l’impasto. La parte difficile è riuscire a ottenere una sfoglia alta 2 mm (3 al massimo) in ogni parte, quindi ovunque dai bordi al centro.

Una volta steso l’impasto in maniera maniacalmente uniforme, bucherellatelo in lungo e in largo con i rebbi di una forchetta o in cottura si gonfierà. Proseguite spennellando con dell’olio evo tutta la superficie della sfoglia. Ora scegliete che forma dare ai vostri crackers: se li volete quadrati, rettangolari o a losanghe basterà tagliare la sfoglia con un coltello, con una rotella per pizza o – se preferite i bordi un po’ mossi – una rotella per ravioli; se invece preferite una forma tonda, a cuore o di qualsiasi altro genere, potete sbizzarrirvi con un bicchiere dal bordo sottile (per la tonda sarà semplice e perfetto) o tutti i coppapasta che avete in casa e che la fantasia vi suggerisce.

Trasferite delicatamente le sagome dei vostri futuri crackers su una placca foderata con carta da forno.

Fate cuocere in forno già caldo a 200° (io preferisco sempre la modalità statica) dai 12 ai 14 minuti. Il grado di doratura decidetelo in base ai vostri gusti.

Una volta pronti, sfornate i crackers e fateli raffreddare perfettamente su una gratella, evitando di impilarli uno sull’altro. Quando l’umidità se ne sarà andata tutta, potete trasferirli in una scatola a chiusura ermetica che li manterrà perfettamente fragranti fino a 5 giorni dalla preparazione. Ma chi riesce a non sgranocchiarli tutti prima? Molto prima.

Written By
More from Francesca Riva
Decorazioni per la festa di Halloween
Creare decorazioni per la festa di Halloween è forse il motivo principale...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *