Pollo arrosto ripieno di ceci con la ricetta di Gordon Ramsay

Il Thanksgiving è arrivato, e siccome da qualche anno io faccio mia questa tradizione d’oltreoceano, domani sera preparerò una cena a tema. Non cucinerò il classico tacchino enorme (decisamente fuori scala per le dimensioni del mio forno), ma un pollo arrosto ripieno di ceci con la ricetta di Gordon Ramsay.

Anche se questo è un anno completamente stravolto e stravolgente, ci sono appuntamenti che arrivano comunque. Domani, 26 novembre, negli Stati Uniti, si festeggerà il Giorno del Ringraziamento. Ogni quarto giovedì di novembre, cascasse il mondo, il Thanksgiving arriva e, anche se quest’anno non si potrà festeggiare come tradizione comanda perchè la pandemia detta regole ferree, lui sarà comunque lì a ricordare che tutti abbiamo sempre qualcosa per cui ringraziare, nonostante la fatica estrema che ha comportato e ancora comporta questo 2020, .

Non sarà sicuramente facile esprimere un pensiero di gratitudine in un momento storico di questo tipo, e allora concentriamoci sulle piccole cose, che sono quelle che ci salvano sempre l’umore. Qualche fiore dai colori caldi per decorare la tavola, qualche candela accesa, del pane di zucca morbido e profumato, una crostata di mele che aspetta di uscire dal forno, un pollo arrosto che cuoce lentamente (perchè il tacchino, non potendo invitare nessuno, è effettivamente esageratissimo solo per due persone e una gatta, seppur con un appetito notevole), una cena che in Italia potrebbe tranquillamente passare come una cena fra tante in uno dei tanti giovedì, ma che per me è un bel modo di allenarsi alla gratitudine.

Questa ricetta è semplicissima, gustosa e dal successo assicurato. Il pollo arrosto fa subito festa, e la freschezza del limone e del dragoncello concorrono a rendere questo piatto, che si trova a metà strada tra l’aristocratico e il contadino, un comfort food davvero succulento.

Il fatto che la ricetta sia del famosissimo e temutissimo chef Gordon Ramsay non vi deve spaventare. Gli ingredienti sono facilmente reperibili e la parte più lunga della preparazione se la aggiudica il tempo di cottura.

Buona festa del ringraziamento, allora! E, già che ci siamo, grazie di cuore per l’affetto e per il supporto che non ci fate mai mancare.

Ingredienti:

1 pollo intero già eviscerato

50 g di burro a temperatura ambiente

2 cucchiai colmi di dragoncello tritato (fresco o essiccato)

qualche rametto di timo fresco (in alternativa va benissimo anche 1 cucchiaio di timo essiccato)

200 g di ceci lessati

1 testa d’aglio

1 limone (meglio se bio)

peperoncino fresco (o essiccato) a piacere

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

sale q.b.

pepe q.b.

Procedimento:

Lavate il pollo sotto un getto di acqua fredda. Asciugatelo con cura usando della carta assorbente resistente (che non lasci pezzi attaccati alla carne, per intenderci). Asciugate con cura soprattutto la parte interna del pollo.

In una piccola terrina unite il burro, il dragoncello, un pizzico di sale e il pepe. Mescolate con una forchetta fino a quando avrete ottenuto una sorta di crema.

Con delicatezza (e mani perfettamente pulite e asciutte) sollevate la pelle del pollo dalla carne. Sfruttate la pelle già tagliata e parzialmente sollevata che si trova nella zona vicino all’apertura da cui è stato eviscerato il pollo.

Prendete parte della crema di burro e inseritela tra la pelle e la carne del pollo. Ripetete questa operazione fino a quando avrete terminato la crema.

Tutto il pollo, sotto la pelle, dovrà essere cosparso di burro, ma siccome non è semplice arrivare con facilità in tutti i punti, aiutatevi semplicemente massaggiando il burro che avrete inserito sotto la pelle, cercando di spingerlo dove vi serve.

Salate e pepate la parte interna del pollo.

In una terrina versate i ceci scolati, la buccia grattugiata del limone, il timo, il peperoncino affettato (con o senza semi decidetelo voi), l’olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Mescolate.

Riempite il pollo con i ceci conditi e, per chiudere il ripieno all’interno del pollo, usate il limone di cui avete utilizzato la buccia.

Con uno spago legate la parte finale delle cosce, in modo che il pollo rimanga in posizione “raccolta” anche durante la cottura.

Posizionate il pollo in una teglia unta, o rivestita con un foglio di carta da forno.

Tagliate a metà, orizzontalmente, la testa d’aglio e appoggiate le due metà nella teglia.

Cuocete in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti.

Durante la cottura, irrorate un paio di volte il pollo con il liquido che produrrà naturalmente. In questo modo la pelle diventerà ben dorata.

Se avete un termometro da cucina, ricordate che la temperatura ideale per un pollo ben cotto è tra gli 80° e gli 85° e che va misurata nella parte più carnosa.

Una volta pronto, trasferite il pollo su un tagliere.

Porzionatelo, gettate via il limone e raccogliete i ceci in una terrina che poi porterete in tavola.

Tenete da parte un paio di cucchiaiate generose di ceci.

In un piatto schiacciate l’aglio cotto fuori dal suo naturale contenitore, spremendo la crema profumata fuori dalle sue cellette.

Unite i ceci che avete tenuto da parte alla crema di aglio cotto, e schiacciate con i rebbi di una forchetta. Si formerà un composto delizioso, perfetto per accompagnare la carne del pollo soda, saporita e non troppo asciutta.

Testo: Francesca Riva

Photo: Giovanna Hoang

Realizzazione della ricetta e food styling: Francesca Riva e Giovanna Hoang

Written By
More from Francesca Riva
Lasagne al pesto
Oggi, dividendoci una teglia di lasagne al pesto, vi parliamo di un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *