Waffle rosa

Nei giorni in cui il Burian ha ricominciato a soffiare dopo l’ultima sua visita di un paio di anni fa, e proprio mentre siamo alle porte di San Valentino, quello che vi proponiamo per celebrare l’amore così come piace a voi sono dei semplicissimi, quanto goduriosissimi, Waffle rosa.

Sì, perchè non vogliamo farvi ammattire preparando ricette da piccolo alchimista in un giorno che dovrebbe essere ideale per rilassarsi e gustarsi qualcosa di buono e carino (tanto più che è domenica), quindi eccovi la ricetta per una colazione, un brunch, una merenda, uno spuntino che vi ruberà pochissimo tempo ma vi riempirà gli occhi e il cuore (ma soprattutto le papille gustative) di Amore Vero.

Che siate innamorati oppure no, che siate fidanzati oppure no, che siate sposati oppure no non esiste ragione per non sormontare con un numero imprecisato (ma tendente all’abbondante) di frutti di bosco questi Waffle rosa dal colore tenue e un po’ retrò, presentare al loro fianco una generosa cucchiaiata di yogurt greco mescolato a del miele di acacia, e annaffiarli con quel che basta di succo di melograno appena spremuto.

Ovviamente vi risparmio la solita pappardella blablabla che si divide in due versioni contrapposte tra chi smania per San Valentino Cuoricino e chi invece lo detesta e lo considera la più discriminante e commerciale tra le feste.

Io amo festeggiare. Sempre. Così anche in tempi in cui mi trovavo più sola di un gambo di sedano (per citare la Superfantastica Luciana Littizzetto), mica mi lamentavo! Anzi! A San Valentino mandavo auguri e dichiarazioni d’amore e tanti Ti voglio bene benissimo ai miei amici e alle mie amiche più care. A dirla tutto non ho mai smesso, nemmeno da fidanzata o da sposata, perchè la regola è sempre la stessa: chi vuol esser lieto sia.

Quindi, riassumenndo: siate felici, rilassatevi, preparate e poi pappate questi Waffle rosa con tutte le vitamine di tanta buona frutta fresca. Vedrete che vi verrà spontaneo volere e volervi più bene.

Ingredienti per 4 waffle:

Per i waffle:

155 g di farina 00

1 cucchiaio di polvere di barbabietola o polpa di barbabietola (la polvere di barbabietola che utilizzo da anni in tantissime preparazioni è quella di Francesca di Tuttelespeziedelmondo )

80 g di albume

165 g di acqua fredda

65 g di olio di riso o vinacciolo

1 pizzico di sale

25 g di zucchero semolato

30 ml di un buon rum scuro

Per guarnire:

Frutti di bosco freschissimi. Tutti quelli che vi piacciono di più e in quantità generosa. (Mi rendo conto che se fossero di stagione e magari coltivati vicino a casa sarebbero molto meglio, ma rubo al Carnevale ormai prossimo il famoso detto Semel in anno licet insanire, che tradotto suona un po’ come Una volta all’anno è lecito fare follie).

Qualche fogliolina di menta fresca

200 g di yogurt greco

2 cucchiai colmi di miele ( io consiglio la delicatezza di quello d’acacia, ma voi potete scegliere quello che vi piace di più)

il succo di mezzo melograno (potete ricavarne il succo con una centrifuga o un estrattore, o più semplicemente con uno spremiagrumi. In quest’ultimo caso qualche gocciolina color rubino potrebbe andarsene in giro per la vostra cucina, ma il gusto del melograno non ne risentirà. Promesso.)

Procedimento:

Preparate tutti gli ingredienti per i waffle già pesati sul piano di lavoro.

In una terrina versate la farina e la polvere di barbabietola che avrete setacciato precedentemente, poi mescolate per amalgamare i due ingredienti.

Aggiungete il sale e mescolate.

A questo punto unite l’albume (non è necessario montarlo a neve. Neanche un po’.), l’acqua, l’olio di riso, il rum e lo zucchero.

Con una frusta da cucina mescolate tutti gli ingredienti, amalgamandoli.

Dovete ottenere una pastella non eccessivamente densa, e assolutamente non troppo liquida.

Scaldate la piastra per waffle, e quando avrà raggiunto la temperatura versate la pastella negli spazi appositi.

Chiudete la piastra e lasciate cuocere. Solitamente sono necessari 4/6 minuti.

Per non rischiare che brucino, sbirciate dopo 4 minuti per verificare lo stato dei dolci.

Una volta pronti, ricoprite i waffle con i frutti di bosco che avrete già lavato e le foglioline di menta.

Mescolate il miele allo yogurt e servitelo freddo accanto ai waffle rosa ancora ben caldi.

Qualche goccia di succo di melograno sarà il tocco finale che assicurerà il lieto fine a questa bella storia d’amore tra ingredienti bellissimi e altrettanto buoni.

Ps. Già che dicono che il gelido Burian potrebbe portare con sè qualche nevicata, non sentitevi in colpa se vi venisse voglia di dare una leggera spolverata di zucchero a velo su tutto quel bendidio che vi ritroverete nel piatto. Sarete perfettamente in tema con il paesaggio.

Testo: Francesca Riva

Photo: Giovanna Hoang

Realizzazione della ricetta e food styling: Francesca Riva e Giovanna Hoang

Written By
More from Francesca Riva
Caramelle mou
Aprendo la finestrella di oggi sbucano delle brune e allettanti caramelle mou. Il caramello...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *